SPEDIZIONE GRATUITA! Consegna entro 5 giorni lavorativi

Carrello vuoto

  • Olio e adolescenza

  • Gli adolescenti . . .


    Questi omuncoli irrequieti e inesperti alla scoperta di se stessi, del mondo. Un mondo fatto di cambiamenti, fisici, mentali, esistenziali, di prime volte e primi sbagli, di delusioni e di successi. In perenne attività, lo stress regna sovrano…

  • FOTO

    FOTO

  • Ma chi dà loro le energie per sopperire a tutto questo?

    In questa fase iperattiva e di rapida crescita il fabbisogno energetico tocca i livelli massimi.


    Per fortuna la natura ha pensato ad un alimento ad altissima densità energetica ed estremamente salutare (due caratteristiche raramente riscontrabili simultaneamente) perfetto per questa fase così delicata.


    L’olio di oliva rappresenta una comoda riserva di energie, prontamente disponibili a livello muscolare, peraltro facilmente inseribile nella dieta anche nei casi di cattivo rapporto con il cibo, fattore non trascurabile considerando l’epidemica diffusione dei disturbi alimentari in questo periodo.


    Poiché poi gli adolescenti praticano generalmente molto sport, il bisogno energetico si fa ancora più forte.

  • Ma non è solo un mero discorso calorico...

  • Questa fase così delicata richiede un maggiorato fabbisogno di alcuni oligoelementi fondamentali per il cambiamento fisico a cui si va in contro, dato per lo più dalla crescita improvvisa della struttura scheletrica. In entrambi i sessi vi è un incremento medio di 23 cm in altezza e 20 Kg di peso.

    In particolare, tra gli adolescenti l’anemia dovuta a carenza di ferro è una delle più diffuse malattie da carenza di origine alimentare. Essi sono particolarmente soggetti a questo tipo di anemia a causa dell’incremento del volume del sangue e della massa muscolare durante la crescita e lo sviluppo. Questo determina un aumento del fabbisogno di ferro per produrre emoglobina (sangue) e mioglobina (muscoli). Altri fattori che contribuiscono ad incrementare la necessità di ferro sono l’aumento del peso corporeo e l’inizio della fase mestruale per le ragazze.

    L’olio d’oliva è un valido alimento in tal caso perché contiene discrete dosi di ferro, oltre a discrete quantità di calcio ed altissime di acido oleico (grasso monoinsaturo), tutti elementi fondamentali per l’accrescimento delle ossa.

  • FOTO

    FOTO

  • FOTO

    FOTO

  • Va però detto che il ferro di origine vegetale non è ugualmente biodisponibile come quello che possiamo ricavare da una bistecca (cioè non viene fornito all’organismo nel modo più facilmente assimilabile), ma per fortuna molti studi dimostrano come la vitamina C ne aumenta enormemente la biodisponibilità, rendendola al pari del caso della sopracitata carne rossa.


    Sarà per questo che l’accoppiata olio crudo e limone per condire gli alimenti è così vincente (e non solo per le papille gustative!).


    Infine, oltre ad una buona scorta di calcio apportata dalla dieta, per la crescita delle ossa sono necessari altri minerali e vitamine, come il fosforo e la vitamina D, la quale permette l’assorbimento e l’utilizzo del calcio e che ricordiamo essere liposolubile, pertanto assorbibile e veicolabile soprattutto grazie alla presenza di olio di oliva nella dieta.

  • Visita il nostro shop

    .